Don Luigi

Un viaggio lungo una vita...........

E si chi sa dove sei Anima fragile ..........

Mi mancano quei tuoi discorsi  , quando cominciavi a parlare e non la finivi piu'

Quando ti dicevo voglio diventare islamico per avere tante donne , facevi finta di arrabbiarti.....

Quando ti facevo quelle domande a "trabocchetto"   ,  COME  in quel pallido pomeriggio ti chiesi MA TU HAI PAURA DELLA  MORTE? , mentre fissavo i tuo occhi oramai stanchi dicesti: NO! ANZI NON VEDO L'ORA DI INCONTRARE IL MIO SIGNORE!........ E si mi prendesti in contropiedi...lasciai  "cadere" il mio  sguardo a terra....NON C'ERA NULLA DA DIRE!

Quelle interminabili lezioni di latino nella tua casa , ma la mie mente era gia' dietro il pallone nel campetto di calcio frenesia dei 16 anni.....

Quel dio che appariva noioso fra i banchi delle medie CON QUEL CHI CI HA CREATO QUASI NON CE LA FACEVO PIU'!

E poi quel giorno che sei partito ..... TI HO VISTO PIANGERE , MI HAI STRETTO A TE , NON CI SIAMO DETTI UNA PAROLA....FRA NOI ERA TUTTO DETTO IMPRIGIONATO NEGLI ANNI DISSOLTI! . Sei salito su quel furgone..........e sei risceso , si io so' il perche' e quasi me lo aspettavo , dovevi guardare la nostra montagna che hai  sempre hai amato! POI SEI RISALITO ED HAI LASCIATO ALLE SPALLE TUTTI QUESTI ANNI!

NON LEGGERAI MAI QUESTE POCHE RIGHE! NON FA NULLA...CHI SA PERCHE' NON SI FAI MAI IN TEMPO A DIRLO!

TI HO VOLUTO BENE!

 

 

 

Don Luigi ha passato ben 37 lunghi anni a Montefino , chi meglio di lui puo' conoscere e cogliere i mutamenti della nostra comunita'? allora , un caldo pomeriggio estivo , ho fatto una breve chiacchierata con lui , riportata  di seguito. Ovviamente non ho capacita' , e tanto meno la presunzione di fare reportage , interviste , ma solo qualche domanda , a chi e' stato silenzioso  testimone delle piu' misteriose   umane vicende . Con i suoi occhi ed il suo cuore e' stato vicino alle   sofferenze ,di chi compiva  l'estremo   viaggio verso la  morte , fino alle opposte gioie di matrimoni e battesimi , passando per feste , processioni , e tanti tanti altri piccoli grandi eventi che silenziosi sono fluiti in questi lunghi anni. Uno sguardo silenzioso , discreto , che ha accompagnato generazioni , di uomini e donne , bimbi ed anziani nel misterioso e magico divenire di quella cosa chiamata vita. Ma entriamo nel suo , ma  poi  anche nostro mondo .

Don Luigi , nasce il 16 giugno 1925 in Rovereto di Gua'  Verona , di stirpe vicentina ,  nono di 11 figli da papa' agricoltore , frequenta le elmentari , in collegio , presso  l'istituto Maria Ausiliatrice di Trento , dove fa' la clesse preparatoria alla 1 Ginnasio . Nel 1941 frequenta la 5 ginnasio presso l'istituto salesiano manfredini ad Este prov . di Padova. Dal 1942 al 1945  frequenta  il liceo classico a    Nave di Brescia  presso i salesiani. Prende i primi voti nel 1942. Nel 1945 dopo la grande guerra si prepara a prendere la licenza magistrale  , per insegnare ad i ragazzini sbandati durante la guerra , presso l'istituto Don Bosco  . Nel 29 Giugno 1954 viene ordinato sacerdote. Nel 1963 si iscrive all'universita' Pontificia dell'Aterano  in Roma e consegue la licenza di teologia  poi si iscrive all'universita' di Padova  , lettere e folosofia per ottenere l'abilitazione all'insegnamento di lettere. Infine il 14 luglio 1970 va a Pescara come Sacerdote in prestato , poi l'Arcivescovo Iannucci il 2 ottobbre 1970 lo invita a prendere la parrocchia di Montefino ed  comincia il suo lungo viaggio.........

 

Nel lontano 3 luglio 2004 incontravo Don luigi nella chiesa parrocchiale , e cosi rispondeva alla mie domande......

GUARDA LE FOTO!

 

 

 

 

Don Luigi , com'era Montefino al suo arrivo nel 1970 ?

Era molto piu' popolata di oggi , la gente viveva in un clima di concordia , tutti erano cattolici e di sani principi morali.

 

 

Cosa ricordera' di Montefino?

Ricordero' per sempre la semplicita' e la profondita degli anziani

 

Se non avesse fatto il sacerdote cosa avrebbe voluto fare?

Il medico per la salute degli uomini , ma ho preferito curare le anime

 

Le sarebbe piaciuto avere dei figli?

Si certo , anche tanti , ma ho preferito non immischiarmi per fedelta' .

 

Andando via dopo 34 lunghi anni , cosa vuole dire ai montefinesi?

Tornate a pregare.

 

Pensa di essere stato un buon sacerdote?

Questi giudizio lo deve dare Giesu'!

 

Quando andra' via , pensa di tornare a visitare Montefino?

Si certo se mi ospiterete...............

C'e' qualcosa che non dimentichera' mai?

Si certo ,  due , la bonta'  ti tante anime ed il panorama meraviglioso che contempla il Gran Sasso.

 

Gino Patricelli scultore della pietra

De santis Carmine ultimo artigiano

 Ernesto di Nicola racconta Montnefino

In memoria di Don Andrea   Gente di Montefino "Fotomodella" di Montefino  Don Luigi si racconta.
  

   Torna indietro